Come organizzare un viaggio a New York

Come organizzare un viaggio a New York

Come organizzare un viaggio a New York in autonomia. Alcune informazioni utili, dai documenti necessari all’arrivo in città, e qualche dritta su come muoversi, wi-fi, prese elettriche e mance.

Come organizzare un viaggio a New York

1. Documenti necessari

I documenti necessari per andare a New York sono un passaporto elettronico e l’ESTA (Electronic System for Travel Authorization).

L’ESTA è un’autorizzazione di viaggio digitale necessaria per potersi recare negli USA senza visto, per una vacanza, per un viaggio d’affari o anche per uno scalo. L’ESTA ha una validità di due anni dal momento del rilascio e, durante questo periodo di validità puoi recarti negli Stati Uniti un numero illimitato di volte. Ogni soggiorno però può durare al massimo 90 giorni consecutivi.

L’ESTA non è un documento fisico, ma un’autorizzazione di viaggio digitale, che è collegato al passaporto del richiedente. Se, infatti, si ha un nuovo passaporto occorre richiedere nuovamente l’ESTA, anche se non era ancora scaduto.  

La richiesta va presentata online e l’autorizzazione ESTA deve essere ottenuta almeno 72 ore prima dell’inizio del viaggio. Il programma ESTA è gestito dal Department of Homeland Security ed il costo è di 21 dollari. Vi sono tante agenzie che forniscono questo servizio, con un costo ovviamente maggiorato dalle loro commissioni, ma il sito ufficiale qui per la richiesta dell’ESTA è semplice ed anche in lingua italiana.

2. Prenotare volo e hotel

Il volo per andare a New York e la scelta dell’hotel per soggiornarvi sono sicuramente le due voci con costi maggiori. Il costo del volo dipende sicuramente dal periodo che si sceglie, a Natale, a Pasqua, in estate, i voli costano sicuramente di più. In ogni caso l’ideale è quello di prenotare 4/6 mesi prima rispetto al periodo della partenza.

Lo stesso discorso vale per l’hotel, il cui costo varia anche in base alla zona in cui si vuole alloggiare. Sicuramente Manhattan è più cara ma anche più centrale, con minore perdita di tempo negli spostamenti e possibilità di muoversi a piedi per godersi ancora di più la città.

Da considerare che, nella prenotazione dell’hotel, la tariffa spesso non comprende la colazione e non è inclusa la Facility Fee, che è una tassa fissa, (che può variare dai 30 ai 40 dollari a camera per notte) che si paga direttamente in hotel. Solitamente comprende alcuni servizi offerti dall’hotel, come wi-fi, accesso alla palestra, deposito bagagli ecc.

3. Dall’aeroporto JFK di New York al centro città

Varie sono le opzioni per arrivare dall’aeroporto JFK di New York al centro città. Sicuramente dopo tante ore di volo, l’attesa per il controllo dei passaporti e per il ritiro dei bagagli, la soluzione più comoda è sicuramente prendere un taxi. La tariffa per arrivare a New York è fissa e si aggira intorno agli 85 dollari, a cui occorre aggiungere i pedaggi e la mancia. Maggiori informazioni qui

Come organizzare un viaggio a New York

4. Come spostarsi in città

Per godere a pieno la città e soprattutto se si ha l’hotel vicino alle attrazioni principali, l’ideale è camminare a piedi. Per spostarsi rapidamente e raggiungere le attrazioni più lontane, l’uso della metropolitana è obbligatorio. In base all’utilizzo che si pensa di fare è possibile scegliere tra:

– l’abbonamento metrocard ricaricabile, costo 1 dollaro la carta più 34 dollari per l’abbonamento settimanale;

– sistema OMNY, si paga ai tornelli con la carta contactless, ogni biglietto costa 2,90 dollari.

Tutte le tariffe aggiornate qui

5. Come funziona la metropolitana a New York

La rete metropolitana di New York ha 25 linee, è una delle più estese e trafficate al mondo, fornendo un modo efficiente per spostarsi in tutta la città. È grande e molto complessa e, per potersi districare, occorre avere alcuni punti fermi. 

La Metropolitan Transportation Authority (MTA) è l’agenzia responsabile della gestione della metropolitana di New York. Fornisce informazioni sulle tariffe, gli orari e gli aggiornamenti del servizio attraverso il suo sito web e le app mobili.

Prima di utilizzare la metropolitana, è utile familiarizzare con la mappa della metropolitana di New York. La mappa mostra tutte le linee e le stazioni, consentendo di pianificare gli spostamenti in modo più efficiente.

La metropolitana è suddivisa in numerose linee numeriche e colorate. Il colore indica un gruppo di linee: un gruppo è composto da linee diverse che fanno per buona parte del tragitto lo stesso percorso, ma all’inizio e alla fine dello stesso si diramano per servire zone diverse.

Ogni linea ha due direzioni: una “Uptown” (verso nord) e una “Downtown” (verso sud). È importante sapere in quale direzione stai andando per prendere il treno giusto. Le linee metro generalmente attraversano Manhattan da Nord a Sud e viceversa; quindi, quando si arriva alla stazione della metro occorre individuare la banchina giusta. La maggior parte delle stazioni permette di raggiungere entrambe le banchine da ogni entrata. Alcune stazioni possono avere ingressi diversi per ogni direzione.

La metropolitana di New York funziona 24 ore al giorno, 7 giorni su 7. Tuttavia, i servizi possono variare durante la notte, e alcuni treni potrebbero avere fermate limitate.

Come organizzare un viaggio a New York

6. Come funziona internet e le prese elettriche

Per utilizzare il telefono personale occorre acquistare una sim americana, compatibile per il proprio telefono. Può essere una sim fisica, che deve essere poi inserita nel telefono una volta arrivata, in sostituzione di quella nel telefono. Si può utilizzare così whatsapp e tutte le altre applicazioni, il numero resta lo stesso ed è possibile telefonare sempre tramite whatsapp.

Al posto della SIM fisica è possibile acquistare una sim virtuale con Holafly, con dati illimitati. 5 giorni costano 19 euro. 7 giorni costano 27 euro. Dopo l’acquisto arriva per e-mail un codice QR per la configurazione. Occorre verificare che il telefono sia compatibile con la sim virtuale.

Per quanto riguarda l’utilizzo dei caricatori per il telefono/computer ma anche per asciugacapelli o piastre elettriche occorre comprare un adattatore per le prese americane come questo.

7. Le mance: come funzionano

Lasciare la mancia nei ristoranti a New York, anche se non obbligatorio, fa ormai parte dell’uso comune. Quindi, anche se non si è abituati, è buona educazione lasciarla. Le mance vengono suggerite sugli scontrini, 20%-22%-25%. Alcuni ristoranti includono in automatico la mancia al totale e suggeriscono un’ulteriore percentuale. In quel caso si può anche non aggiungere altro.

Come funziona. Dopo aver ricevuto il conto si lascia la carta e si riceve un secondo scontrino con la pre-autorizzazione di addebito e lo spazio dove indicare la mancia o direttamente il totale (conto+mancia). Se si vogliono lasciare direttamente i contanti, sulla riga TIP del secondo scontrino scrivere “cash on table”.

Nei bar take away si può anche decidere di non lasciare nulla. Nei bar, se si prende qualcosa al bancone, si può lasciare una mancia di 1-2 dollari. In albergo si possono lasciare 1-2 dollari con un biglietto “Thank you” o “Have a nice day” per la pulizia. Lo stesso se ti portano le valigie in camera.

8. Prenotare le attrazioni principali

New York è ricca di spettacoli, concerti, mostre d’arte e altro ancora. Prima della partenza conviene controllare gli eventi culturali e le attività in corso durante il soggiorno ed acquistare in anticipo i biglietti per le principali attrazioni può risparmiare tempo prezioso ed evitare lunghe code. Eventi come la partita dei New York Knicks o visitare luoghi come l’Empire State Building, il Museo d’Arte Moderna (MoMA), il Summit e la Statua della Libertà possono avere code lunghe.

Per maggiori informazioni qui.

Visitare New York è un’esperienza straordinaria ricca di opportunità e avventure. Con una pianificazione attenta e una conoscenza approfondita di alcuni aspetti fondamentali, potrete godervi al meglio tutto ciò che questa incredibile città ha da offrire. Ricordatevi di prepararvi al clima, esplorare i quartieri iconici, e approfittare del ricco tessuto culturale di New York.

Scopri anche Cose carine da vedere e fare a Parigi

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *